Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Il CommendatoreIl Commendatore

Il salto della quaglia

DA ROCCADASPIDE, LE ISTRUZIONI PER COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE

Da Roccadaspide arrivano le istruzioni per costruire un mondo migliore.

Ho letto una lettera tempo fa, una lettera che non è fatta soltanto di parole, ma anche di mani tese verso i destinatari e anche verso tutti noi, figli di una realtà che di gesti così ne vede ben pochi, quando va bene, perché se va male le frasi sono diverse, più acute e più stridenti, e di certo non parlano di perdono bensì di rancore. La missiva in questione è quella dei genitori del ragazzo quindicenne accoltellato a Roccadaspide da un suo coetaneo. Una vicenda triste, una rissa tra adolescenti che prende una piega ancora più brutta di quella che stava già avendo. Una storia, però, che ha un lieto fine, anzi due: il primo è che il ragazzo che ha subito il danno sta bene e si riprenderà. Il secondo, invece, sta tutto nell’umanità di una famiglia che, invece di sbraitare e mandarle a dire, fa quello cui raramente siamo abituati a fare quando qualcuno ci fa un torto, cioè perdonare. E lo fa con delle parole che sono, quelle sì, una coltellata, un fendente che non ferisce, ma taglia di netto la patina di rabbia in cui siamo avvolti, da Nord a Sud. Infatti, mentre le persone insorgono nelle città e milioni di spettatori nel mondo sono incollati allo schermo davanti ad una serie tv che vuole mostrarci il disvalore dato all’esistenza degli ultimi, da un Paese arriva la lezione migliore e un accenno di speranza. Arrivano le parole “smarrimento” e “debolezza” a sostituire quelle di “colpa” e “violenza”, a ricordarci che siamo tutti fragili e che tutti possiamo cadere. A sottolineare il bisogno che abbiamo di “vicinanza” e “solidarietà” quando sbagliamo, soprattutto quando sbagliamo. L’ho letta e riletta quella lettera. Perché è lì che ci sono le istruzioni per costruire un mondo migliore. Certo, poteva anche andare peggio. Per esempio, peggio sarebbe andata se quella lettera non l’avessero scritta. Se non l’avesse scritta quella Famiglia. Lì, a Roccadaspide.

Pasquale Quaglia

Per approfondimenti, inchieste ed opinioni, clicca sulla scritta in basso.

Leggi la copia digitale de Il Commendatore Magazine.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spazio Pubblicitario

Facebook

Puoi leggere anche

Rigo Diritto

Regina Elisabetta: la Regina dei record. Se n’è andata la regina dei primati. La regina Elisabetta era sul trono del Regno Unito dal 6...

Articoli

Ci auguriamo, come spesso avviene, che la nostra sollecitazione porti l’Amministrazione a darsi una mossa e completare presto i lavori in modo da avere...

Articoli

Il primo Campionato Italiano della Mozzarella 2021 parte con la lista dei 100 caseifici selezionati per la fase preliminare. Due i tabelloni degli scontri...

Articoli

Dopo ben 5 anni, allorquando fu siglato l’accordo preliminare, tra Anas e Società Autostrade, per la realizzazione della bretella di collegamento Agropoli-Eboli, sembra oggi...