Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Il CommendatoreIl Commendatore

Articoli

BANDIERA BLU BRUTTE NOTIZIE – CAPACCIO PAESTUM PERDE PEZZI

Fino al 2017, con l’Amministrazione Voza, erano 7 le spiagge con il vessillo FEE. Da quest’anno, Torre di Paestum è senza Bandiera Blu. Dal 2018 è già fuori Ponte di Ferro. Ora sono rimaste in 5. Alfieri ha poco da festeggiare, e tanto da programmare per tutelare la risorsa mare.

UN PATRIMONIO NON SALVAGUARDATO DA TRE ANNI

Nel 2015 Capaccio Paestum ebbe assegnate 7 Bandiere Blu (Varolato, La Laura, Casina d’Amato, Ponte di Ferro, Licinella, Torre di Paestum, Foce Acqua dei Ranci). Ad oggi sono 5 (Varolato, Laura, Casina d’Amato, Licinella, Foce Acqua dei Ranci). Dal 2018 è fuori Ponte di Ferro. E, quest’anno, è toccato a Torre di Paestum perdere la certificazione. Alfieri deve mettere in campo una politica ambientale più efficace per la tutela del territorio. Negli ultimi 18 mesi, sono stati troppi gli episodi che hanno minacciato mare, fiumi e terra. Serve un professionista, un tecnico come Assessore all’Ambiente. Capaccio Paestum, con rispetto parlando e non volendo offendere i territori che ci circondano, non è una cittadina come le altre. Quello che ci sta da salvaguardare nei nostri 111km quadrati è un patrimonio naturale, storico ed ambientale unico. Abbiamo 13 km di costa in gran parte Bandiera Blu, un sito archeologico inserito dal 1998 nei beni Unesco, un fiume, il Sele, che solo fino a tre decenni fa era incontaminato, una collina che ricade in parte nell’area del PNCVD che va salvaguardata sul piano idrogeologico e da ogni speculazione edilizia che ne possa compromettere il paesaggio. Abbiamo poi l’oro bianco della mozzarella, settore cardine la cui filiera produttiva va però controllata e messa in condizione di non nuocere all’ambiente. Tutte queste cose non possono essere affidate alla “politica di paese” o a chi è stato eletto per fare il consigliere comunale e che, avendo anche una vita privata ed imprenditoriale, può dedicare alla sua delega il tempo libero o parte di esso. Serve un tecnico, un professionista che lo faccia a tempo pieno e che abbia capacità di coordinamento tecniche e scientifiche per sovrintendere in maniera innovativa ed efficace alle tante istanze ambientali che insistono su questo territorio.

INDIETRO TUTTA

Annuale cerimonia e report di assegnazione per il 2021 dei tradizionali vessilli della Bandiera Blu FEE (Fondazione per l’Educazione Ambientale). Dal 2015, anche le spiagge di Capaccio Paestum rientrano in questo prestigioso elenco. Quella della Bandiera Blu fu la grande scommessa vinta dall’Amministrazione di Italo Voza che, 6 anni fa, riuscì a presentare alla FEE il progetto e ad ottenere il riconoscimento di ben 7 spiagge (per un totale di 10.3 Km di costa). Varolato, La Laura, Casina d’Amato, Ponte di Ferro, Licinella, Torre di Paestum, Foce Acqua dei Ranci. Oggi, a distanza di pochi anni, scopriamo che c’è molto poco da festeggiare. Capaccio Paestum è andata indietro, non ha saputo difendere le proprie conquiste ambientali e turistiche. Netto il giudizio del dottor Michele Contegiacomo, portavoce del gruppo “Ambiente e Territorio” di Capaccio Paestum: “Occorre necessariamente fare i conti non con le opinioni, i punti di vista o le posizioni ideologiche tendenziose. La realtà è che Capaccio Paestum è passata dal 2015 ad oggi da 7 a 5 spiagge Bandiera Blu. Dal 2019 sono state perse ben 2 certificazioni. Quest’anno è toccato a Torre di Paestum. Ponte di Ferro è ormai fuori già da due anni proprio per quei casi di inquinamento che abbiamo denunciato e descritto”. Un quadro e un risultato davvero disonorevole e preoccupante. Capaccio Paestum, le Amministrazioni, i cittadini e le imprese non hanno ben compreso ancora quanto è importante tutelare la risorsa mare, preservarla dalle fonti di pericolo, dagli scarichi abusivi e da ogni altro fattore di rischio che possa compromettere la qualità delle acque del litorale. Serve programmazione da parte dell’Amministrazione Comunale e controlli costanti e frequenti.

Carmine Caramante

Per approfondimenti, inchieste ed opinioni, clicca sulla scritta in basso.

Leggi la copia digitale de Il Commendatore Magazine

 

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spazio Pubblicitario

Facebook

Puoi leggere anche

Articoli

Capaccio Paestum – Le politiche del “fare accertamenti” per coprire i mutui iniziano a fare acqua. L’attacco di Fratelli d’Italia. Le precisazioni di Antonio...

Articoli

Con l’Unione dei Comuni, Capaccio Paestum rischia di dover coprire i debiti di Agropoli. Il Consiglio Comunale sta, da tempo, assumendo i toni e...

Articoli

Solo 1500 al Pd a Capaccio Paestum. La gente sta palesando segni di disaffezione verso il Sindaco. Ad Alfieri serve un rilancio e uomini...

Articoli

ELEZIONI COMUNALI DI AGROPOLI – IL TAR DISPONE LA VERIFICA DI SCHEDE E VERBALI. Il TAR di Salerno, con ordinanza n. 2860, ha disposto...